Soldi

Come Funziona lo Sconto Cambiario

Nonostante le cambiali abbiano una scadenza futura per la riscossione del credito è possibile smobilizzare il medesimo credito scontando le cambiali presso una banca a patto che ci siano requisiti e condizioni.

L’operazione di sconto cambiario è l’azione con cui un soggetto intende farsi anticipare l’importo del titolo prima della data di scadenza a seguito di cessione salvo buon fine.
La banca non è obbligata ad accettare ma spesso, solo per i clienti di fiducia o che hanno dimostrato serietà e puntualità nei pagamenti, effettua lo sconto cambiario in cambio di un corrispettivo, versando al cliente (possessore di C/C presso la banca) il netto ricavo
Netto Ricavo = Valore Nominale del Titolo – Competenze Bancarie e Sconto

La banca, prima di accettare lo sconto cambiario, determinerà un importo massimo del credito da smobilizzare detto castelletto.
Le fasi dello sconto cambiario sono
-Presentazione Effetti allo Sconto:
il beneficiario presenta effetti, prima della scadenza e in largo anticipo, alla banca dove ha un C/C; girerà in bianco le cambiali e compilare una
Distinta di Presentazione Effetti contenente per ognuna
Importo esatto
Debitore principale
Data di scadenza
Piazza (luogo) di scadenza.
-Verifica e Ammissione requisiti
la banca, al fine dell’eventuale accettazione delle cambiali allo sconto, valuterà i requisiti di ammissibilità con la facoltà di accettare o non accettare gli effetti allo sconto: nel caso di rifiuto le cambiali verranno restituite al cliente se accettate verranno inviate al CED (Centro Elaborazione Dati) per la gestione dei titoli.
I requisiti valutati dalla banca sono
Scadenza cambiali non a lungo termine
Regolarità del bollo cambiario (importo del 12×1000 del valore nominale cambiario)
Mancanza di limitazioni di garanzia o alle azioni di regresso.
-Calcolo del Netto Ricavo
la formula che consente di calcolare lo sconto è quella dello sconto commerciale in riferimento all’anno civile, ovvero

dove
C = valore nominale cambiali allo sconto;
r = tasso di sconto applicato;
g = numero di giorni, compreso quello di accettazione cambiali al giorno di scadenza oltre un determinato numero di giorni aggiuntivi definiti dalla banca per il trasferimento degli effetti a piazze differenti .