Soldi

Come Emettere un Assegno Bancario

Anche se gli assegni sono diversi da banca a banca in linea di massima i campi da compilare sono gli stessi. Non è assolutamente difficile compilarlo, però a volte si ha la paura di sbagliare. Se sei uno che teme di sbagliare ti consiglio di dare un’occhiatina a questa guida.

Come prima cosa, è importante specificare che parliamo di assegni bancari. Gli assegni circolari, infatti, vengono emessi direttamente dalla banca su richiesta del cliente.

Per iniziare dai uno sguardo all’assegno che devi compilare in modo da conoscerlo meglio. Poi inizia a scrivere nella casella che vedi in alto al centro il luogo di emissione dell’assegno. Adesso, nel caso in cui il luogo di emissione e la sede bancaria dovessero coincidere, si potrà riscuoterlo entro 8 giorni dalla data di emissione. Se invece la sede bancaria e il luogo di emissione non dovessero coincidere, si potrà incassare l’assegno entro 15 giorni dall’emissione.

Accanto al luogo di emissione dovrai scrivere la data emissione, che dovrà assolutamente essere la data esatta in cui andrai a emettere l’assegno. Non dovrai scrivere una data successiva in quanto questo tipo di azione è considerata un illecito. Dopo la data di emissione scrivi la cifra che darà il valore all’assegno. Devi scrivere questa cifra in modo da segnare sia gli euro che i centesimi, anche nel caso che la cifra dovesse risultare intera. In questo caso la virgola sarà seguita da due zeri.

Dovrai scrivere la cifra anche in lettere e lo farai nel rigo centrale dell’assegno. Anche in questo caso dovrai riportare i centesimi anche se non ce ne fossero, dovrai sbarrare la cifra con questo simbolo / e farlo seguire dai centesimi scritti a numeri. Adesso riempi anche il campo del beneficiario, laddove per beneficiario si intende colui che incasserà l’assegno. Nel caso in cui dovessi lasciare questo campo vuoto, l’assegno potrà essere incassato da chiunque lo esibirà allo sportello della banca. L’assegno dovrà alla fine essere firmato da chi lo emette e la firma dovrà coincidere con quella depositata in banca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *